Via Luigi Luzzatti 16b
35121 PADOVA – Italia

t +39 049 8756763
f +39 049 8070068
info@amicimusicapadova.org

Mayumi Kanagawa

violino

Ben Goldscheider

corno

Giuseppe Guarrera

pianoforte

Jörg Widmann

Air per corno solo

György Ligeti

Trio "Hommage à Brahms"

Béla Bartók

Sonata per violino solo Sz 117

Robert Schumann

5 Albumblätter da Bunte Blätter op. 99 per pianoforte

Johannes Brahms

Trio op. 40

in ricordo di Franco Pavanello, amico della musica, dell'arte, della cultura

Il Trio protagonista di questo concerto nasce dal recente incontro, fra Berlino e Londra, di tre giovani musicisti di diverse nazionalità, già avviati ad una importante carriera solistica.

Mayumi Kanagawa è americana-giapponese, ma attiva a Berlino. Premiata ai concorsi Čajkovskij di Mosca e Long-Thibaud-Crespin di Parigi è presente in sale prestigiose come la Wigmore Hall di Londra, il Konzerthaus di Berlino ed altre ancora in Europa, Giappone e America del nord.

Ben Goldscheider è inglese e ha completato i suoi studi a Berlino alla Barenboim-Said Academy nel 2020. Nel 2019 aveva vinto le YCAT International Auditions a Londra e nel 2020 il Barbican lo ha nominato per il 2021/22 come ECHO Rising Star, inserendolo in un circuito che comprende sale come il Concertgebouw di Amsterdam, il Musikverein di Vienna, Elb-philharmonie e Köln Philharmonie.
Giuseppe Guarrera, siciliano, si perfeziona a Berlino con N.Goerner nella stessa accademia Barenboim-Said; ha ottenuto diversi riconoscimenti internazionali come il 2° Premio al Concorso pianistico di Montreal, ed è stato selezionato a Londra fra i vincitori YCAT (Young Classical Artists Trust) nel 2018.

Il programma ha una articolazione molto varia e ricca di corrispondenze (quella Brahms-Ligeti dei due trii, quella Schumann-Brahms, quella Bartók-Ligeti etc.). Il trio op. 40 per “corno da caccia” Brahms lo inizia nel 1864 a Baden-Baden, dove dal 1862 si era stabilita Clara Schumann. Dieci anni prima Robert Schumann aveva raccolto 14 vecchi pezzi pianistici degli anni 1836-1849 e li aveva editi come op. 99, con il titolo di Bunte Blätter (Fogli colorati). Giuseppe Guarrera ne propone una scelta e la dedica al ricordo di Radu Lupu.

Il trio di G.Ligeti (di cui nel 2023 si celebrerà il centenario della nascita) è del 1982 ed è dedicato a Brahms. Due “soli“ completano il programma: la Sonata per violino solo di Bartók, che fu commissionata da Yehudi Menuhin. È del 1944 ed è l’ultima composizione cameristica dell’autore.

J.Widmann - è già stato presente nei nostri concerti sia come autore che come clarinettista e ne festeggia- mo il 50°compleanno - ha scritto “Air” per il Concorso ARD di Monaco di Baviera del 2005: è un pezzo vir- tuosistico, ma anche, come evoca il titolo, una semplice “aria”, intesa sia alla lettera che come melodia.