Via Luigi Luzzatti 16b
35121 PADOVA – Italia

t +39 049 8756763
f +39 049 8070068
info@amicimusicapadova.org

Christian Zacharias

pianoforte

Pëtr Il'ič Čajkovskij

Le stagioni op. 37a

Franz Schubert

Sonata op. 53 D 850

"Un pianoforte per Padova"
Steinway gran coda della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo messo a disposizione della città (2004)

Omaggio a Radu Lupu
“Grazie a Radu Lupu ho iniziato a suonare le Sonate di Schubert. Ho iniziato questo percorso dopo aver ascoltato un recital di Radu a Londra all'inizio degli anni '70 e poi il mio primo LP registrato nel 1976 è stata la Sonata in Sol maggiore di Schubert. Quindi è stato una delle più grandi ispirazioni per la mia vita di pianista.” (C. Zacharias)

con il contributo della

Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo

Christian Zacharias si è affermato, come pianista e come direttore d’orchestra, in una rara combinazione di integrità, stile unico, espressività e profondità di visione musicale. Un musicista che “pensa” la musica. Ha cominciato la sua carriera internazionale come pianista e poi ha esteso il campo dei suoi interessi alla direzione d’orchestra, anche come direttore d’opera: già direttore artistico e principale dell’Orchestre de Chambre de Lausanne con la quale ha realizzato l’integrale dei concerti per pianoforte di Mozart (Diapason d’or, Choc du Monde de la Musique, ECHO Klassik), delle Sinfonie di Schumann e delle Sinfonie “Berlinesi” di C.P.E.Bach, a partire dalla stagione 2017/18 è primo direttore ospite della Orquesta y Coro de la Comunidad de Madrid.

Per questo artista, nel quale la grande tradizione austro-tedesca e l’amore per Bach, Haydn, Mozart, Beethoven, Schubert, Schumann vivono in tutta la loro freschezza assieme ai prediletti Scarlatti, Chopin, Ravel, gli Amici della Musica di Padova hanno avuto nel corso degli anni una speciale predilezione, testimoniata dai numerosi concerti a Padova (dal ciclo schubertiano dal 1996/97 per arrivare al concerto del 2003 in ricordo di Vlado Perlemuter di cui Zacharias fu allievo e a quelli del 2013 e 2019).
È ancora Schubert, con la Sonata op.53 D 950 del 1825/1826, al centro della ricerca di C.Zacharias, alla quale si dedicò, dopo aver sentito a Londra agli inizi degli anni Settanta Radu Lupu, che fu per Zacharias la più grande delle ispirazioni per la sua vita di pianista. In apertura Le Stagioni di Čajkovskij, una raccolta di piccoli pezzi, che uscirono prima, fra il dicembre 1875 e il novembre 1876 come supplemento mensile del periodico “Novellist” di Pietroburgo.

 

 

foto © Andrea Felvégi