Via Luigi Luzzatti 16b
35121 PADOVA – Italia

t +39 049 8756763
f +39 049 8070068
info@amicimusicapadova.org

Irene González Roldán

clavicembalo

Johann Sebastian Bach

Fantasia e fuga BWV 904
Capriccio sopra la lontananza del suo fratello dilettissimo BWV 992
Preludio (Fantasia) BWV 922

Domenico Scarlatti

Sonate K 215, K 216, K 69, K 115

Alessandro Soler

Preludio n. 4 e n. 3 da Llave de la Modulación, 1762

Félix Máximo López

Variaciones del Fandango Español

Primo Premio e Premio del Pubblico - Concorso Internazionale di Clavicembalo "Città di Milano", 2021

Irene González Roldán è una giovane clavicembalista spagnola, che si è affermata al Terzo Concorso internazionale di clavicembalo di Milano del 2021 con il 1°Premio ed il premio del pubblico. Recentemente (luglio 2022) ha vinto il Secondo Premio all’Interna- tional Bach Competition di Lipsia.

Dopo gli studi compiuti in Spagna e in Olanda attualmente si sta perfezionando alla Schola Cantorum di Basilea nella classe di Andrea Marcon e di Jörg-Andreas Bötticher e la sua attività concertistica comprende concerti in vari Festival in Spagna, Francia, Svizzera e Paesi Bassi, così come collaborazioni con musicisti come A.Bernardini, J.Ogg e orchestre come La Cetra di Basilea, l’Orquesta Barroca de Sevilla ed altri ensemble.

Il programma, per Irene, nasce dall’idea di accostare due grandi maestri della musica per tastiera, Bach e D.Scarlatti, entrambi nati nel 1685 e che ebbero delle esperienze di vita totalmente diverse.

Bach visse, nella sua profonda fede luterana, tutta la sua vita in Germania, mentre Scarlatti fu un grande viaggiatore e la sua vita si svolse prima in diverse città italiane e poi in Portogallo e in Spagna al servizio di Maria Barbara, principessa portoghese e alla fine regina di Spagna.
Da un lato quindi la scelta di composizioni bachiane che testimoniano il suo magistero contrappuntistico (Fantasia e Fuga BWV 904) assieme ad un brano giovanile (il Capriccio BWV 992) di scrittura più leggera e composto per la partenza del fratello Johann Jakob e dall’altro una scelta fra le 555 sonate di Scarlatti, dove è facile trovare l’influenza della musica popolare spagnola e portoghese, con ritmi e melodie delle danze tradizionali.
Fra queste il Fandango che troviamo anche nelle Variazioni del compositore F.Maximo López (1742-1821) con cui si conclude il programma.

Foto © L. Ollero