Via Luigi Luzzatti 16b
35121 PADOVA – Italia

t +39 049 8756763
f +39 049 8070068
info@amicimusicapadova.org

Elisabetta De Mircovich

voce, violoncello

Raffaella De Mircovich

voce

Monica Giust

clarinetto

Johann Sebastian Bach

Prélude (dalla Suite n. 2 per violoncello solo)

Ludwig van Beethoven

Duo WoO 27, n. 1 per clarinetto e violoncello

Paul Hindemith

Ludus Minor per clarinetto e violoncello

Igor Stravinsky

da Tre pezzi per clarinetto solo, n. 1 (Molto tranquillo)

Bèla Kovács

Hommage à J. S. Bach per clarinetto solo

Dmitrij Šostakovič

Prelude

L’Ultimo uomo. Monologhi e dialoghi, storie e suoni in tempi di epidemie

Un affascinante e coinvolgente gioco di riflessi fra musica verbale, argomentazioni melodiche, monologo e dialogo che unisce musica e letteratura. Le storie narrate sono tratte da un distopico e sorprendentemente visionario romanzo di Mary Wollstoncraft Shelley: The Last Man, scritto nel 1824 e ambientato nel Ventunesimo Secolo.

Un’opera in cui l’autrice di Frankestein Moderno Prometeo racconta una misteriosa pandemia che annienta l’umanità spopolando il pianeta. Nel monologo dell’ultimo sopravvissuto che si fa dialogo con una sognata Umanità Futura, Mary, figura di punta del protofemminismo Romantico, riflette in modo incredibilmente attuale sul ruolo della scienza, della tecnologia e del rispetto per la natura in una società ambiziosa e assetata di potere.

L’ambientazione sonora – monologhi e dialoghi musicali tra un clarinetto ed un violoncello – spazia tra Bach, Beethoven (contemporaneo di Mary Shelley), Hindemith (eclettico compositore tedesco del primo Novecento) e il compositore ungherese contemporaneo Bela Kovacs.