Via Luigi Luzzatti 16b
35121 PADOVA – Italia

t +39 049 8756763
f +39 049 8070068
info@amicimusicapadova.org

Trio Rigamonti

Miriam Rigamonti, violino
Mariella Rigamonti, violoncello
Emanuele Rigamonti, pianoforte

Sito: https://www.triorigamonti.org/

Il Trio Rigamonti è composto dai fratelli Miriam (pianista, nata nel 1992), Mariella (violinista, nata nel 1994) ed Emanuele (violoncellista, nato nel 1997), diplomati con lode presso il Conservatorio “G. Verdi” di Como. Formatosi nella classe dei maestri Federica Valli e Paolo Beschi, si è perfezionato con il Trio di Parma presso l’”International Chamber Music Academy” di Duino. Attualmente studia con il M° Iakov Zats presso l'”Accademia del Talento” di Desio (MB). Il Trio ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali recentemente: 2018 - Premio “Terenzio Zardini” di Verona, 2017 - I Premio Concorso Int. “Città di Alessandria”, 2017 - Borsa di studio “Accademia del Talento di Desio”, 2017 - I Premio Concorso Int. “Luigi Zanuccoli” (FC). In seguito alla vittoria del primo premio al “Vienna Grand Prize Virtuoso” International Music Competition (2015), si è esibito presso il Musikverein di Vienna. Dal 2012 il Trio ha tenuto più di sessanta concerti per prestigiosi festival ed associazioni musicali in Italia e all’estero, tra i quali: Festival “Giovani Talenti” di Rovinj (Croazia), Festival di Musica da Camera di Lugano, “Società Umanitaria”, Istituto Universitario “Politecnico” (“CONSEC” 2016) e Associazione “Mozart Italia” di Milano, Sala “Piccola Fenice” di Trieste, Palazzo Cavagnis di Venezia, Rassegna “Torino e le Alpi”, “Amici per la Musica” di Venaria Reale, Rassegna “Rovere d’Oro” di Imperia, Associazione “Ricercare” di Cuneo, “Giugno Musicale ” di Montecchio Emilia (RE), “San Giacomo” Festival di Bologna, per la stagione musicale del Teatro Sociale di Canzo (CO) e del Teatro “S. Teodoro” di Cantù (CO), Rassegna “Spazi Sonori” di Desio (MB), “Como Città della Musica”, Festival “Città di Cernobbio” e molti altri. Il compositore Guido Boselli ha dedicato loro la sua opera “Riecheggiando l’inno a Oberdan”.