Ensemble Dialoghi

Cristina Esclapez fortepiano
Josep Domènech oboe
Lorenzo Coppola clarinetto
Bart Aerbeydt corno
Javier Zafra fagotto

Sito: https://ensembledialoghi.com

L’Ensemble Dialoghi (Barcellona, Spagna) esplora il repertorio per fiati e fortepiano, in particolare del Classicismo e del Romanticismo. 
Attraverso l’uso degli strumenti storici, aiuto fondamentale per comprendere il linguaggio dell'epoca,  i musicisti di Dialoghi adorano condividere con il pubblico i vari codici del linguaggio musicale, con l’obiettivo di riscoprire la vasta gamma di emozioni contenuta nei brani interpretati. 
Nel caso specifico del Classicismo viennese, Dialoghi vuole attirare l'attenzione sulle profonde relazioni fra musica strumentale, opera, teatro e commedia dell'arte. 
Il primo CD dell’ensemble, con i quintetti di Mozart e Beethoven per fiati e fortepiano, è stato pubblicato dall'etichetta Harmonia Mundi nel 2018.
Nella stagione 2018/19 si ha avuto la possibilità di ascoltarli a Ginevra, Roma, Oslo, Tokyo, Bruxelles, Varsavia, Brema, Singapore. Nel 2019/20 saranno a Padova, Locarno, Firenze, Varsavia, Ginevra, Montréal e al Festival di Hindsgavl in Danimarca. 

Cristina ESCLAPEZ (Spagna) insegna alla Escola Superior de Música de Catalunya e al Conservatori Superior de Música del Liceu, a Barcellona. Durante i suoi anni di studio al Conservatorio di Bruxelles scopre la sua passione per la musica da camera e comincia a collaborare con artisti quali Vicens Prat, Jaime Martín, Benoît Fromanger, Philippe Bernold, Branimir Slokar, Michel Becquet, Lorenzo Coppola. Nel 2006 si avvicina ai pianoforti storici e nel 2014, con i suoi colleghi, fonda l'Ensemble Dialoghi.

Josep DOMÈNECH (Spagna), dopo aver studiato sotto la guida di Alfredo Bernardini al Conservatorio di Amsterdam, è diventato in seguito professore di oboe nella medesima istituzione. Collabora con la Freiburger Barockorchester, Les Talens Lyriques (Christophe Rousset), il Bach Collegium Japan (Masaaki Suzuki), il Giardino Armonico (Giovanni Antonini), la Orchestre Révolutionnaire et Romantique (Sir John Eliot Gardiner) e Le Concert de Nations (Jordi Savall). 

Lorenzo COPPOLA (Italia) è professore di clarinetto storico e musica da camera alla Escola Superior de Música de Catalunya a Barcellona. Collabora con la Freiburger Barockorchester, Les Arts Florissants, La Petite Bande e altre orchestre con strumenti storici. Ha registrato alcuni pezzi significativi del repertorio del clarinetto, come il Concerto di Mozart KV622 con la Freiburger Barockorchester, il Quintetto KV581 con il Quartetto Kuijken, l'Ottetto di Schubert con Isabelle Faust. 

Bart AERBEYDT (Belgio) è primo corno della Freiburger Barockorchester e collabora regolarmente con altri ensemble con strumenti d'epoca, come la Akademie für Alte Musik Berlin (Germania), l’Orchestra del XVIII Secolo (Olanda), l’Orchestre des Champs-Élysées (Francia), Concerto Kœln (Germania). Si è spesso esibito in veste di solista, eseguendo il concerto di Graun, il doppio concerto di Telemann, il Quoniam della Messa in si minore di Bach, la Sinfonia Concertante di Mozart. 

Javier ZAFRA (Spagna) è primo fagotto della Freiburger Barockorchester e insegna alla Hochschule für Musik Freiburg e al Conservatorio Reale di Bruxelles.
È membro fondatore dell’orchestra parigina "Le Cercle de l’Harmonie". Si esibisce spesso in veste di solista: ha suonato recentemente il concerto per fagotto di Mozart alla Wigmore Hall di Londra e al Lincoln Center di New York, esecuzione, quest'ultima, particolarmente lodata dal New York Times.