Via Luigi Luzzatti 16b
35121 PADOVA – Italia

t +39 049 8756763
f +39 049 8070068
info@amicimusicapadova.org

Daniil Trifonov

pianoforte

Sito: http://www.daniiltrifonov.com/

A soli 22 anni Daniil Trifonov si sta già imponendo come uno dei nomi più importanti del pianoforte dei nostri giorni. Il Washington Post ha descritto le sue esecuzioni “un’esperienza viscerale”; il Süddeutsche Zeitung “uno shock culturale”. Deutsche Grammophon, in occasione dell’annuncio del contratto in esclusiva con Trifonov, lo ha descritto come “Il Prossimo – IL pianista-poeta russo del XXI secolo”.

Nato a Nizhniy Novgorod nel 1991, Daniil Trifonov ha studiato alla Scuola Gnessin di Mosca nella classe di Tatiana Zelikman (2000-2009); dal 2006 al 2009 ha inoltre studiato composizione e tuttora continua a scrivere musica per pianoforte, brani da camera e orchestrali a fianco della sua carriera concertistica. Dal 2009 studia pianoforte al Cleveland Institute of Music con Sergei Babayan.

La reputazione di Trifonov per il suo incredibile virtuosismo, la profondità musicale e l’intensità espressiva, ha già oltrepassato l’attenzione rivoltagli nella stagione 2010/11, quando salì sul podio del Concorso Chopin di Varsavia (Terzo Premio) del Concorso Rubinstein di Tel Aviv (Primo Premio) e del Concorso Tchaikovsky di Mosca (Primo Premio e Grand Prix). Prima ancora, era stato premiato al Concorso Scriabin di Mosca e al Concorso Internazionale di San Marino ed aveva ricevuto una Guzik Foundation Career Grant nel 2009.

Tra i successi più importanti delle due stagioni scorse, vi sono i debutti con i Wiener Philharmoniker (tour e concerti a Vienna), la London Symphony e l’orchestra del Mariinsky con Gergiev, la Israel Philharmonic con Mehta, la Philharmonia Orchestra con Maazel, la Russian National Orchestra con Pletnev, la New York Philharmonic con Gilbert, la Cleveland Orchestra con Gaffigan, la Boston Symphony con Guerrero, la Chicago Symphony e la Royal Philharmonic con Dutoit, così come concerti con l’Orchestre Philharmonique de Radio France, Orchestra Nazionale di Santa Cecilia, Warsaw Philharmonic, e collaborazioni con Vladimir Fedoseyev, Sir Neville Marriner e Antoni Wit.

I debutti in recital hanno compreso lo Stern Auditorium della Carnegie Hall di New York, Washington Kennedy Center, Boston Celebrity Series, London Queen Elizabeth Hall e Wigmore Hall, Berlino Philharmonie, Parigi Auditorium du Louvre, Bruxelles Palais de Beaux Arts, Zurigo Tonhalle e Lucerna Piano Festival, Milano Sala Verdi, Tokyo Opera City, e molte altre. Daniil Trifonov è stato inoltre presentato dai maggiori festival d’Europa: Verbier, Montreux, Tivoli, Edinburgh, Lockenhaus, Grafenegg, La Roque d'Anthéron, Klavier Festival Ruhr; mentre negli USA ha suonato ai Blossom, Ravinia e Chautauqua festivals.

Trifonov ha chiuso la stagione 2012/13 con i recital tours in USA, Europa ed Asia, tra cui i debutti al Seoul Arts Center ed al festival di San Sebastian. Ha suonato in concerto con la City of Birmingham Symphony Orchestra (Venzago), la Budapest Festival Orchestra (Takacs-Nagy), ed un tour con la Russian National Orchestra (Pletnev).

La stagione 2013/14 vedrà Daniil Trifonov tenere il suo debutto con ulteriori prestigiose orchestre internazionali, tra le quali, in Nord America, la Los Angeles Philharmonic Orchestra (Harth-Bedoya), Philadelphia Orchestra (Macelaru), San Francisco Symphony e Minnesota Orchestra (Vanska). In Europa suonerà con la Sächsische Staatskapelle Dresden (Chung), Rundfunk-Sinfonieorchester Berlin (Sinaisky), Deutsche Kammerphilharmonie Bremen (Pletnev), Royal Scottish National Orchestra (Gergiev), Moscow Philharmonic (Bychkov), Oslo Philharmonic (Petrenko) e Danish Radio Symphony (Valchua), Finnish Radio Symphony (Lintu), Orchestre de la Suisse Romande (Yamada), Orchestra Sinfonica Nazionale RAI (Xien Zhang), Orquestra de Cadaques e Academy of St Martin in the Fields (Marriner). Debutterà inoltre con la Sao Paolo Symphony e l’Orquestra Sinfonica Brasiliera. Le sue esecuzioni includeranno i debutti concertistici a Los Angeles Hollywood Bowl, Washington Kennedy Center, London Royal Albert Hall, Berlin Philharmonie, Munich Prinzregenten-Theater, Milano Teatro Alla Scala, Parigi Salle Pleyel e Ginevra Victoria Hall.

Daniil Trifonov ritornerà a suonare con la London Symphony Orchestra (a Londra e in tour) e la Mariinsky Orchestra con Gergiev, Russian National Orchestra (tour) con Pletnev, Israel Philharmonic Orchestra (tour) con Nagano, National Symphony Orchestra con Frühbeck de Burgos e l’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia con Mark Elder.

I prossimi recital di Trifonov comprendono il ritorno alla Carnegie Hall ed il debutto alla Chicago Symphony Hall, debutti all’auditorium principale della Concertgebouw di Amsterdam (Master Piano Series), Munich Herkulessaal, Cologne Philharmonie, Vienna Konzerthaus, e ritorni a Wigmore Hall, Louvre, Tonhalle, Parco della Musica, Moscow Tchaikovsky Hall e Warsaw Filharmonia. Le partecipazioni ai festival comprendono Tanglewood, Saratoga, Aspen, Verbier, Edinburgh International Festival, La Roque d’Anthéron, Montreux, Rheingau e Schwetzingen.

Daniil Trifonov è anche un noto camerista e suonerà in vari festival al fianco di artisti come Nicholas Angelich, Renaud Capuçon, Gautier Capuçon, Yuri Bashmet e Vilde Frang, un tour statunitense in duo pianistico con Sergei Babayan e concerti a Londra, Parigi e Zurigo con il Pavel Haas Quartet.

In Febbraio 2013, Deutsche Grammophon ha annunciato la firma del contratto in esclusiva con Daniil Trifonov. Seguirà nei prossimi anni una serie di registrazioni in recital e concerto, tra cui la registrazione dal vivo del debutto in recital alla Carnegie Hall di New York. Le registrazioni precedenti di Trifonov comprendono un disco del Primo Concerto di Tchaikovsky con Gergiev e la Mariinsky Orchestra pubblicato dall’etichetta del Mariinsky nel 2012. Il suo primo CD è stato rilasciato da Decca nel 2011, con una selezione di brani solistici di Chopin.

“We can’t actually know what Liszt sounded like, but we do know he was a virtuoso, and he mesmerized his listeners, and people found something distinctive and other-worldly and spiritual about him. All those things hold true of Trifonov, as well, though they add up to a pretty pale description of playing that can only be described as a visceral experience. … His recital Saturday afternoon at the Kennedy Center’s Terrace Theater, courtesy of the Washington Performing Arts Society, was a knockout.”
Anne Midgette, The Washington Post, January 2013 – Daniil Trifonov’s recital debut in Washington

“An event of possible historical significance.”
Hilary Finch, The Times, March 2012 – Daniil Trifonov’s recital debut in London

 

foto © Dario Acosta