BeethOBOEn Trio

Nicolò Dotti oboe
Michele Antonello oboe
Paolo Faldi corno inglese

Nicolò Dotti, nato a Camposampiero l’11 Dicembre 1994, compie gli studi musicali presso il Conservatorio C. Pollini di Padova con Paolo Brunello e Marco Gironi. Classificatosi secondo al Premio Nazionale delle Arti “Claudio Abbado” nel 2015, consegue nel 2017 il Diploma Accademico di primo livello in oboe col massimo dei voti e la lode e la laurea triennale in Ingegneria Biomedica presso l’Università di Padova. Nell’Aprile 2019 consegue altresì il Diploma Accademico di secondo livello in oboe col massimo dei voti e la lode presso il conservatorio di Padova. Si è perfezionato con oboisti di fama internazionale come Maurice Bourgue, Francois Leleux, Stefan Schilli, Ramon Ortega Quero, Ivan Podyomov, Domenico Orlando, Alexei Ogrintchouk, Luca Vignali, Carlo Romano, Karel Schoofs, Alfredo Bernardini, Paolo Grazzi e Benoit Laurent. Ha conseguito l’idoneità e collabora presso l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra del Teatro Verdi di Trieste, e l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza; nel 2019 è inoltre risultato idoneo presso l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona e presso l’Orchestra Haydn di Bolzano, in cui in seguito ha suonato in diverse occasioni da primo oboe. Ha in aggiunta lavorato in Italia e all’estero con numerose altre orchestre tra cui l’Orchestra Filarmonica del Teatro La Fenice di Venezia, I Solisti di Mosca, l’Orchestra delle Alpi, l’Orchestra da camera di Mantova e la Venice Chamber Orchestra. È molto attivo anche nel repertorio su strumenti originali, collaborando regolarmente con diverse orchestre tra cui l'Orchestra da camera Lorenzo da Ponte, spesso chiamato come primo oboe per concerti inseriti nei progetti del Konzerthaus di Vienna, l’Orchestra San Marco di Pordenone, l’Orchestra Barocca del Veneto “I Musicali Affetti” (con cui si è esibito più volte come solista al Teatro Olimpico di Vicenza), l’Ensemble Il teatro armonico, l’Orchestra Barocca Andrea Palladio (più volte diretto da Andrea Marcon) e l’Orchestra Barocca di Mantova "Accademia degli Invaghiti" (più volte diretto da Federico Maria Sardelli). Tra il 2016 e 2017 ha ricoperto il ruolo di primo oboe presso l'Orchestra Barocca Nazionale dei Conservatori Italiani e la Theresia Youth Baroque Orchestra. Nel 2017 ha partecipato al concorso Adriatig LNG di Rovigo per strumenti a fiato vincendo il secondo premio ed ottenendo la possibilità di esibirsi come solista nel Teatro La Fenice di Venezia.

Michele Antonello si è diplomato al Conservatorio di Castelfranco Veneto in Oboe nel 1989 con P. Brunello ed in Didattica della Musica nel 1996, con il massimo dei voti. Si è perfezionato con i maestri I. Goritzki, D. Dini Ciacci, H. Elhorst ed altri. Ha studiato l’Oboe Barocco con P. Grazzi, M. Cera ed A. Bernardini diplomandosi nel 2006 presso il Conservatorio di Vicenza. Ha compiuto studi di musicologia presso l’Università di Bologna.
Dal 2006 è stato primo oboe dell’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza. Suona inoltre con l’Orchestra di Padova e del Veneto, Cordia, I sonatori della gioiosa Marca, Irish Baroque Orchestra, Zefiro, Accademia di musica antica di Bologna, Budapest Festival Orchestra, il gruppo svedese “Musica Festiva” ed altri.
E’ stato invitato come solista, in stagioni concertistiche in Italia ed all’estero (Austria, Francia, Svezia, Brasile, Paraguay) presentando brani di repertorio, prime esecuzioni di pezzi a lui dedicati (Urbs beata Jerusalem per oboe ed organo e In modo greco per oboe ed arpa di Alfred Mitterhofer, Et in Arcadia ego di Pierdamiano Peretti, Concerto per oboe ed archi di Kurt Cacioppo) o musica riproposta per la prima volta in tempi moderni (Souvenir di Bellini di G.Paggi).
Come membro fondatore del Domenico Zipoli Ensemble, si è inoltre prodigato nella riscoperta e divulgazione della cultura delle missioni gesuitiche sudamericane del XVIII secolo, con ricerche sulla vita e le opere di Domenico Zipoli e concerti in tutto il mondo.
Insegna Musica d'insieme per strumenti a Fiato presso il conservatorio di Cosenza.

Paolo Faldi, diplomato in Oboe, Oboe barocco e  Flauto Dolce. Si è perfezionato in Oboe barocco al Conservatorio Reale dell'Aia (Olanda). Nel 1988 ha vinto il posto di 1° Oboe e Flauto dolce nell'Orchestra barocca della Comunità Europea (ECBO) diretta da Ton Koopman e Roy Goodman , effettuando tournées in tutta europa e registrazioni radiofoniche  in tutti i paesi della CEE .
E' membro fondatore dei gruppi :  "L'Astrèe'", "Tripla Concordia ", "Cantilena Antiqua". E' inoltre fondatore e direttore dell' "Orchestra Barocca di Bologna”. Dal  1989 al 2013 ha suonato  con Hesperion XX  , La Cappella Reial  e Le Concert de Nations  diretti da J.Savall, effettuando  concerti  in tutto il mondo.
Ha inciso per: Astrée-Auvidis, Nuova  Era, Symphonia, Stradivarius , Bongiovanni, Tactus e Opus 111, con la quale ha inciso l'integrale dei concerti da camera di Vivaldi con l'ensemble torinese Astreèe.
Insegna Flauto dolce presso il Conservatorio “C.Pollini” di Padova  dove ha fondato la Camerata Accademica, ensemble  che si occupa della musica del XVII/XVII e XVIII secolo con strumenti storici.