Via Luigi Luzzatti 16b
35121 PADOVA – Italia

t +39 049 8756763
f +39 049 8070068
info@amicimusicapadova.org

Barbara Hannigan

soprano

Sito: http://www.barbarahannigan.com/

Il soprano canadese Barbara Hannigan si è diplomata all’Università di Toronto dove ha studiato con Mary Morrison, perfezionandosi poi al Banff Centre for the Arts, Steans Institute for Young Artists di Ravinia, Centre d’Arts Orford e al Royal Conservatory dell’Aia, nella classe di Meinard Kraak.

Barbara Hannigan ha cantato nel ruolo di Lucia nel Ratto di Lucrezia di Britten, come Despina in Così fan tutte di Mozart, Amore in Orfeo ed Euridice di Gluck, Anne Truelove in La carriera di un libertino di Stravinsky, la parte principale nella Piccola Volpe Astuta di Janacek, Larinda in Larinda e Vanesio di Hasse, le parti principali nella Fantesca e la Contadina di Hasse, Bastienne in Bastien und Bastienne di Mozart, Arethuse in Acteon di Charpentier, Armida in Rinaldo di Händel e Dalinda in Ariodante sempre di Händel. Ha partecipato alle prime mondiali delle opere Writing to Vermeer di Louis Andriessen (nella parte di Saskia) con la Netherlands Opera, Wet Snow di Jan van de Putte (come Liza) con la National Reisopera olandese e nell’opera ONE di Michel van der Aa per soprano, video ed elettronica e ha interpretato il ruolo di Gabrielle nella prima mondiale di Le lacrime amare di Petra von Kant di Gerald Barry all’English National Opera. Recentemente ha partecipato alla prima mondiale al Festival di Aix-en-Provence di Passion, la nuova opera di Pascal Dusapin, che ora comincia la tournée europea.

Ha collaborato con prestigiose orchestre, tra cui i Berliner Philharmoniker, Cleveland Orchestra, Oslo Philharmonic, Orchestre National de France, Toronto Symphony, Opera di Parigi, Helsinki Philharmonic, Orchestre Sinfonica, Filarmonica e da Camera della Radio Olandese, Bamberger Symphoniker, le Orchestre Sinfoniche delle Radio di Francoforte e Finlandia, Ensemble Intercontemporain, Ensemble Modern, Combattimento Consort Amsterdam, SWR Rundfunk Orchester, London Sinfonietta, Musikfabrik, Asko e Schönberg Ensemble, Frankfurt Barockorchester. Il suo repertorio spazia da Händel, Bach e Mozart a Knussen, Dutilleux e Ligeti. Fa parte del Progetto Pollini di Maurizio Pollini, alla cui tournée partecipa cantando opere di Luigi Nono.

Ha cantato sotto la direzione di famosi direttori come Reinbert de Leeuw, Esa Pekka Salonen, Sir Simon Rattle, Kurt Masur, Jukka Pekka Saraste, Ingo Metzmacher, Peter Oundjian, Oliver Knussen, Jonathan Nott, Peter Rundel, Michael Gielen e Peter Eötvös. Barbara Hannigan ha inoltre avuto il privilegio di lavorare con alcuni dei più importanti compositori, tra cui György Ligeti, Louis Andriessen, Karlheinz Stockhausen, Oliver Knussen e Henri Dutilleux.

Barbara Hannigan ha ottenuto grande successo in Mysteries of the Macabre di Ligeti, un vero tour de force sia per il soprano che per l’orchestra, e che ha cantato insieme ad orchestre di New York, Los Angeles, Toronto, Helsinki, Francoforte, Amsterdam, Vienna e Colonia. Nel 2006 ha eseguito il Requiem di Ligeti con i Berliner Philharmoniker diretti da Peter Eötvös e al Festival di Salisburgo nel 2004 con i Bamberger Symphoniker diretti da Jonathan Nott.

Nel suo repertorio ha una parte importante Correspondances di Dutilleux per soprano e orchestra, che ha eseguito con la Radio Symphony Orchestra diretta da Reinbert de Leeuw nel 2003, e più recentemente con la CBSO diretta da Sakari Oramo ai BBC Proms del 2005, con la Helsinki Philharmonic diretta da Esa Pekka Salonen, Orchestre National de France diretta da Kurt Masur, Toronto Symphony diretta da Peter Oundjian, Berliner Philharmoniker diretti da Sir Simon Rattle, al Palais Garnier con l’Orchestra dell’Opéra di Parigi e Oliver Knussen e con la Oslo Philharmonic diretta da Jukka Pekka Saraste.

Per il futuro sono in agenda allestimenti lirici alla Monnaie e alla Netherlands Opera, concerti con l’Ensembe Modern, LA Philharmonic, Deutsche Symphonie Orkest, Ensemble Intercontemporain, Philharmonia Orchestra, e il ruolo principale nel Rossignol di Stravinsky con i Berliner Phillharmoniker.