Via Luigi Luzzatti 16b
35121 PADOVA – Italia

t +39 049 8756763
f +39 049 8070068
info@amicimusicapadova.org

ArParla Plus

Giuseppe Cabrio, violino
Margherita Zane, violino
Maria Bocelli, viola
Federico Toffano, violoncello
Luca Stevanato, contrabbasso
Chiara De Zuani, clavicembalo
Maria Christina Cleary, arpa

Sito: https://www.arparla.it/

L’ensemble ArParla nasce dal desiderio di parlare con la musica, partendo dalle sonorità raffinate e delicate dell’arpa di Maria Christina Cleary, e le potenzialità espressive del violino di Davide Monti, secondo la prassi esecutiva storica.
ArParla Plus è l’amplificazione di questo gusto sonoro, e delle relazioni che stanno alla base del processo comunicativo del gruppo. Il gruppo si amplia di nuovi strumenti e si arricchisce di preziose vibrazioni, e la musica ricercata pazientemente nelle biblioteche (o negli angoli della rete virtuale) vive per la seconda volta e si trasforma in nuova energia per trasmettere ancora oggi quell’emozione che l’aveva prodotta nel passato.
Il repertorio si focalizza particolarmente su una finestra temporale che parte dalla fine del rinascimento all’inizio del romanticismo, e l’approccio storico è la chiave per capire i segreti nascosti dietro la partitura. Ma la consapevolezza della forza che l’astrattezza della musica può dare spinge a utilizzare la musica come metodo per trasmettere una storia, anche oggi, fatta di sentimenti e passioni. Strategia fondamentale è l’uso dell’improvvisazione come veicolo di spontaneità e creatività.
Fondato nel 2005 Arparla ha fatto il suo primo tour in Giappone e da allora si è esibito in tutta Europa, Canada, Australia, Uganda e Singapore con energia ed entusiasmo raccogliendo larghi consensi da un pubblico molto variegato, in diverse parti del mondo, portando un messaggio musicale trasversale recepito al di là delle culture, della lingua e dello stato sociale.
Arparla ha registrato 5 CD in particolar modo concentrandosi su due figure e due periodi storici: Marco Uccellini e la musica del ‘600 italiano, e Louis Spohr e il primo romanticismo. Il lavoro di ricerca storica ed espressiva di preparazione alla registrazione dei CD è sempre molto profondo e ne sono testimonianza le lusinghiere critiche che ne sottolineano la freschezza dell'esecuzione e l'innovativa concezione estetica.