Via Luigi Luzzatti 16b
35121 PADOVA – Italia

t +39 049 8756763
f +39 049 8070068
info@amicimusicapadova.org

Quartetto Auryn

archi

Julian Bliss

clarinetto

Max Reger

Quintetto op. 146

Johannes Brahms

Quintetto op. 115

Brahms e dintorni: la musica da camera per archi (9° concerto)

In gioventù, ma era già un pianista e organista provetto, Max Reger (1873-1916) subì il fascino della musica di Wagner: “a 15 anni”, dirà, “quando sentii il Parsifal per la prima volta piansi per due settimane e così divenni musicista”. Un veleno per lui, così lo misero in guardia i suoi maestri A. Lindtner e H. Riemann, facendogli studiare Bach e Beethoven. Brahms anche diventa un compositore di riferimento per Reger, che lo reputa una delle “pietre miliari”della nostra musica e da Brahms Reger riceve l’espressione cordiale dell’interesse per le opere del giovane compositore. Sarà però poi Bach il musicista al quale Reger disse di “dovere tutto”. 

Un musicista, Reger, poco conosciuto da noi, così come nella Vienna degli anni 1918/19 in cui Schönberg, ammirandolo, lo propose spesso (saranno 27 le opere eseguite nei concerti del “Verein”). Quello Schönberg che rivaluterà poi (1933) Brahms come “il progressivo!”

Quasi naturale quindi l'idea di accostare nel nostro ciclo Brahms e dintorni: la musica da camera per archi  i due quintetti con clarinetto di Reger e di Brahms: sono entrambi opere “tarde”: quello di Reger è la sua ultima composizione cameristica della fine del 1915, completato dieci giorni prima della morte avvenuta per una crisi cardiaca nel maggio 1916; quello di Brahms, op. 115 è del 1892 e nasce, come il Trio op. 114 e le due Sonate op.120, nel segno dell’incontro e dell’amicizia con il clarinettista Richard Muehlfeld (1856-1907): “Fräulein Klarinette”, con il suo dolcissimo suono, seppe risvegliare una altissima nuova ispirazione in un compositore, che si sentiva ormai stanco e privo di idee.
 

Julian Bliss, che suona oggi con il Quartetto Auryn, è nato in Inghilterra, ha poi studiato negli USA e in Germania con Sabine Meyer ed è oggi attivo a livello internazionale come solista, come docente, come artista jazz, con il  Julian Bliss Septet fondato nel 2012 e nell’ambito della musica da camera con il Quartetto Auryn, il Quartetto Carducci.